Home / Guide / MePA: ecco come iscriversi se si è imprese o privati

MePA: ecco come iscriversi se si è imprese o privati

Grazie all’iscrizione al MePA si può diventare fornitori delle pubbliche amministrazioni e si può anche partecipare alle varie aste. Ecco, quindi, che risulta utile rispondere alla domanda come iscriversi al MePA e capire come funziona il tutto per aziende, privati e amministrazioni pubbliche.

Iscriversi al MePA: come fare?

Iniziamo con il chiederci cosa sia il MePA. Come si può immaginare, il nome è un acronimo, che sta a significare Mercato elettronico della Pubblica Amministrazione. Possiamo, quindi, dire che MePA altro non è che una piattaforma online che le varie pubbliche amministrazioni utilizzano al fine di usufruire di beni e servizi messi a disposizione da aziende e privati. Va da sé che, per accedere al MePA e rientrare tra i possibili fornitori delle PA ci si debba iscrivere alla piattaforma in questione e ora cerchiamo di capire in che modo accedere a questa sorta di piazza virtuale.

Come detto, grazie al MePA le singole aziende possono prendere parte a gare e aste, per poter entrare in contatto con le PA e mettere a loro disposizione taluni servizi o taluni beni.

Nello specifico, si effettuano aste e compravendite di beni e servizi e il tutto avviene online. Si capisce bene che iscrivendosi al MePA si possono avere dei grossi vantaggi, specialmente nel caso in cui si tratti di piccole aziende che possono avere difficoltà a farsi conoscere dalle pubbliche amministrazioni.

 La prima cosa da fare per iscriversi è quella di accedere al sito preposto che si trova, nello specifico, all’indirizzo www.acquistinretepa.it. Qui si compila un form: aziende e privati, quindi, sono chiamati a creare il proprio catalogo virtuale, dove saranno inclusi beni e servizi che si desidera offrire. A loro volta, le pubbliche amministrazioni avranno la possibilità di effettuare degli ordini, in base agli articoli in catalogo, o potranno effettuare delle richieste di offerta, invitando l’azienda a partecipare ad aste, bandi e quant’altro.

MePA MePA: ecco come iscriversi se si è imprese o privati

Perché iscriversi al MePA?

Come detto, i vantaggi sono tanti. L’iscrizione al MePA è molto semplice ed è altresì utile e, pertanto, farlo è un passo molto importante per piccole e medie imprese, oltre che per privati che vogliono vendere alle PA.

Dato che la piattaforma permette a tutte quelle che sono le PA italiane di effettuare degli acquisti online e che il valore di questi supera i 134mila euro per le PA centrali e i 207mila euro per le altre amministrazioni, si capisce che si tratta di un grande vantaggio. Avere la possibilità di partecipare ai bandi statali è un’ottima occasione, come ripetuto sin dall’inizio.

Molto spesso, quando si tratta di Bandi pubblici, alle aziende viene chiesta l’iscrizione al MePA, in modo tale da facilitare il tutto. Per potersi iscrivere basta molto poco: il primo requisito è che si deve essere iscritti alla camera di commercio e avere un’attività in uno di questi settori:

  • Servizi di Informazione
  • Prodotti farmaceutici
  • Servizi di logistica
  • Prodotti Alimentari
  • Carburanti combustibili e lubrificanti
  • Servizi Postali
  • Facility Management Urbano
  • Soluzioni per la Scuola digitale
  • Eventi e comunicazione
  • Mobilità e monitoraggio
  • Fonti di energia rinnovabile
  • Information & Communication Technology
  • Manutenzione degli impianti Antincendio
  • Beni e servizi per la sanità
  • Manutenzione degli impianti Termoidraulici
  • Manutenzione degli impianti Elettrici
  • Manutenzione impianti elevatori
  • Servizi di pulizia e igiene ambientale
  • Arredi e segnaletica stradale
  • Materiale Igienico Sanitario
  • Cancelleria
  • Prodotti per attività operative, ferramenta, vestiario e calzature da lavoro, Materiale Elettrico
  • Macchine per ufficio, elettronica, foto ottica, audio/video
  • Formazione
  • Servizi Professionali (Diagnostica degli Edifici, Indagini non strutturali su solai e controsoffitti)
  • Servizi di accertamento e riscossione tributi
  • Servizi di raccolta, trasporto e trattamento dei rifiuti di apparecchiature elettriche o elettroniche (RAEE)
  • Servizi Sociali (Assistenza alle persone/Servizi socio-educativi e ricreativi per la prima infanzia)
  • Servizi di valutazione della conformità

About Davide

Check Also

Social Card 2017: ecco come richiederla e avere fino a 400 euro al mese

Per chi non lo sapesse, la social card è attiva da qualche anno a questa parte. Per …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *