Home / Guide / Guida ai Bitcoin: tutto quello che c’è da sapere

Guida ai Bitcoin: tutto quello che c’è da sapere

Si parla tanto di Bitcoin in quest’ultimo periodo, ci si chiede quanto questa criptovaluta valga rispetto all’Euro e, pertanto, è utile fare una breve guida introduttiva, per capire di cosa si tratta e a cosa servono.

Per molti, i Bitcoin sono la moneta del futuro. Di certo, da quando questa criptovaluta ha preso vita, nell’ormai lontano 2009, qualcosa è cambiato. Tuttavia, dire solo questo non è sufficiente, perché si tratta di una realtà sempre più radicata che, quindi, deve essere analizzata per bene.

Cos’è un Bitcoin?

Iniziamo con il dire che i Bitcoin non esistono nella realtà: questo significa che non c’è nessun ente che ne controlla l’emissione e la diffusione e che, invece, questi ultimi si trovano solo in conti online.

Per entrate nel vivo del discorso, si deve dire che si tratta di una moneta elettronica che esiste solo ed esclusivamente nel mondo virtuale e che è stata creata nel 2009 da un anonimo che viene conosciuto con il nome di Satoshi Nakamoto. Da quel momento in poi, la diffusione non si è mai fermata e, pertanto, ad oggi i Bitcoin sono divenuti una delle valute elettroniche più note.

bitcoin Guida ai Bitcoin: tutto quello che cè da sapere

I Bitcoin, essendo una moneta seppure virtuale, vengono utilizzati spesso come strumento di pagamento in diverse occasioni.  possono essere utilizzati come mezzo di pagamento. Tutto questo, però, senza che ci sia una Banca Centrale che ne sorvegli la diffusione o li emetta. Ed è proprio questo che ha spinto qualcuno a creare una moneta del genere: il fatto di avere una valuta del tutto indipendente capace di far effettuare dei pagamenti elettronici in tutto il mondo e senza controlli.

Va da sé che, proprio per questa caratteristica, in molti Stati questa criptovaluta è assolutamente vietata anche se sempre più investitori si avvicinano ad essa e la vogliono conoscere e utilizzare.

Come nasce un Bitcoin?

Alla luce di quanto detto, ci si può legittimamente domandare da dove nascano i Bitcoin. Non essendoci una banca fisica che li emette, non rimane che pensare che la valuta nasce da un’operazione di mining. Si tratta, nello specifico, di un’attività che chiunque può svolgere se si è in grado di evitare, attraverso alcuni algoritmi, quello che viene definito come il fenomeno del double spending, doppia spesa. In parole povere, si tratta di quel fenomeno per cui il Bitcoin non solo paga ciò che si vuole acquistare, ma rimane anche nel portafogli di chi acquista.

Ecco, quindi, che per effettuare un’operazione di mining si necessita di alcune competenze e, pertanto, non ci si può di certo improvvisare.

Quanti Bitcoin esistono?

La risposta a questa domanda è abbastanza complessa. Possiamo dire che il numero è limitato a 21 milioni di Bitcoin e che tale cifra potrebbe essere raggiunta tra un secolo circa. Ora come ora, il processo di decriptazione prevede che vengano generati 25 bitcoin per ciascun blocco di calcolo ma, attenzione, perché questa quantità diminuirà di volta in volta.

 

Questo è quello che si deve sapere sui Bitcoin che, a ragion veduta, potrebbero diventare la moneta del futuro. Staremo, quindi, a vedere cosa accadrà-

About Davide

Check Also

Social Card 2017: ecco come richiederla e avere fino a 400 euro al mese

Per chi non lo sapesse, la social card è attiva da qualche anno a questa parte. Per …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *