Home / NEWS ECONOMIA / Mario Draghi parla dell’improbabile fine dell’Euro

Mario Draghi parla dell’improbabile fine dell’Euro

In questo periodo si parla tanto della possibile disgregazione dell’Eurozona e dell’abbandono della moneta unica da parte di alcuni Stati. Ma sarà effettivamente questo lo scenario del prossimo futuro? A dire la sua è stato Mario Draghi, uomo chiave a capo della Banca Centrale Europea, che ha spiegato perché tutto questo è impossibile.

Il concetto cardine che viene fuori dalla sua dichiarazione durante l’ultima conferenza stampa dopo la riunione della BCE è che l’euro è irrevocabile e, pertanto, non può di certo finire.

Mario Draghi su Euro e Eurozona

Come detto in precedenza, Mario Draghi è sicuro di quello che dice in merito al futuro della moneta unica: l’euro, al momento, è irrevocabile e, pertanto, non ci può in alcun modo essere un addio. Nella conferenza stampa in questione, Draghi ha prima sottolineato che la BCE ha deciso di lasciare sia i tassi che il QE invariati, e successivamente ha discusso quello che, al momento, è l’argomento principe di tutti: la possibile rottura dell’euro.

euro Mario Draghi parla dellimprobabile fine dellEuro

Nessun timore, quindi, da parte della Banca Centrale, che è certa che quanto si ipotizza non possa accadere. Draghi ha dichiarato:

 

“L’euro è qui per rimanere. Non si tratta del fatto che sia o no irrevocabile. Lo è.”

Chiaro, breve e conciso questo annuncio che, quindi, tende a dissipare tutti i dubbi e l’apprensione che si sta creando in quest’ultimo periodo. Non ci sarà alcun crollo dell’Eurozona che, invece, rimarrà in piedi e con l’Euro come moneta unica.

Naturalmente, la dichiarazione di Mario Draghi non si è limitata solo a questo. Come presidente della Banca Centrale Europea, Draghi ha, infatti, il diritto dovere di fare il punto della situazione e, in questo specifico caso, di placare gli animi. Proprio per questo motivo, l’Euro è stato definito come una sorta di “canale di solidarietà” e, per supportare tale esempio, ha sottolineato che paesi come la Lituania, l’Estonia o ancora la Lettonia hanno aderito all’Euro proprio nel momento in cui per loro la crisi economica era a livelli molto alti e preoccupanti, traendone un evidente beneficio.

Quello che Draghi suggerisce e spera è che l’unione monetaria funzioni sempre meglio. Più che far crollare l’Euro, infatti, questo è il vero punto chiave: si deve collaborare al fine di andare a migliorare le condizioni della regione, in modo tale che si possa godere dei benefici dell’Euro, senza i problemi che in questo momento sono così pressanti.

Si deve altresì notare che, come spesso accade, il discorso di Mario Draghi dopo la conferenza della Banca Centrale Europea, nella quale ha sostenuto la sua estrema fiducia nei confronti del futuro della moneta unica, ha fatto registrare un forte rialzo dell’euro nel mercato del Forex. Al momento, il cambio euro dollaro è nuovamente molto vantaggioso.

 

About Davide

Check Also

Azioni Google: conviene comprarle o no in questo 2017?

Quando si parla di azioni Google si intendono alcune delle azioni più amate in assoluto. Questo perché …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *